Il Parco nazionale dello Stelvio, prezioso scrigno di biodiversità, è uno dei più antichi parchi naturali del nostro Paese.

La sua istituzione risale all’anno 1935 quando si decise di tutelare le risorse e le bellezze naturali del gruppo montuoso Ortles – Cevedale, e di promuovere lo sviluppo turistico delle vallate alpine della Lombardia, del Trentino e dell’Alto Adige dando vita all’area protetta più estesa d’Italia.

Con i suoi 135.000 ettari si estende su quattro provincie (Sondrio, Brescia, Trento e Bolzano) comprendendo il territorio di 24 comuni.

L’istituzione del Parco come area protetta ha consentito la salvaguardia di un’ampia varietà morfologica e di ecosistemi, in un territorio che si  sviluppa dai 650 ai 3900 metri di quota con grandi dislivelli.

Chi lo visita può incontrare la fauna tipica della zona: dagli ungulati come cervi, camosci e caprioli ai roditori come marmotte, ermellini, scoiattoli, oltre alle volpi.
Sono possibili anche avvistamenti di lupi, linci e orsi.

Il Parco è anche frequentato da numerose specie di volatili dalla pernice bianca alla coturnice, dal gufo all’aquila reale.

La loro presenza è resa possibile da meticolosi progetti di salvaguardia e di reintroduzione.

Gli interventi di tutela riguardano anche la flora. L’ambiente del Parco è dominato dalle conifere sostituite nelle altitudini più elevate da larici e pini. Oltre ai grandi alberi è possibile ammirare una grande varietà di arbusti, cespugli e fiori che trovano qui un habitat eccezionale.

In Valtellina è possibile accedere all’area protetta dalle altrettanto splendide località di Cancano, Valle del Braulio, Val Zebrù, Valle Dei Forni, Valle Del Gavia.

I punti informazioni di Bormio e Valfurva vi forniranno tutte le indicazioni per relative ai sentieri e alle bellezze che potrete ammirare lungo i percorsi oltre alla possibilità di usufruire di visite guidate, laboratori e iniziative finalizzate ad una conoscenza approfondita di questo tesoro naturale.

Photo credit: patrickkavanagh via Foter.com / CC BY

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here