La Strada del Valgella è il quinto ed ultimo tratto della Strada dei vini di Valtellina.

I percorsi della Strada dei vini di Valtellina si susseguono sulla costiera retica delle alpi valtellinesi attraversando le zone di produzione dei pregiati vini di Valtellina: Maroggia, Sassella, Grumello, Inferno, Valgella e consentono di apprezzare all’unisono i panorami e la tradizione valtellinese.

Il Valgella è una denominazione del Valtellina Superiore DOCG. Si tratta di un vino dal profumo etereo e delicato e il cui sapore è secco, armonico, morbido e rotondo. Di colore rosso rubino, tendente al granata si differenzia dagli altri Valtellina per la maggiore morbidezza iniziale. Il Valgella, molto apprezzabile come vino giovane, ha comunque una buona tenuta all’invecchiamento.

La zona di produzione è la più vasta delle cinque sottozone DOCG Valtellina Superiore, situata nei comuni di Chiuro e Teglio, a nord est di Sondrio. In passato questo rosso veniva in gran parte destinato all’esportazione nella vicina Svizzera.

Percorrendo la strada del Valgella troverete incisioni rupestri, coltivazioni di grano saraceno e antichi palazzi nobiliari.

Il tragitto è percorribile a piedi e in bicicletta e si snoda per circa 22 km.

Si parte dal paese di Tresenda dal quale si sale con un lieve dislivello verso l’altopiano di Teglio (patria del pizzocchero). Qui, oltre a gustare i favolosi pizzoccheri rinomati in tutto il mondo, potrete visitare l’antica torre medievale De li Beli Miri e la Chiesa di Sant’antonio. Questo è anche il punto più alto del percorso. Si procede quindi in discesa in direzione del fondovalle attraversando centinaia di ettari di terrazzamenti vitati.

Durante il tragitto, sulla strada interpoderale di Quigna che parte da Tresenda, si raggiunge la località Caven dove nel 1940 furono ritrovate tre steli attribuibili ai Camuni, l’antica civiltà che  qui risiedeva in passato.

Negli anni successivi furono scoperte parecchie incisioni rupestri risalenti al tardo neolitico tutt’ora visibili.

Giunti a fondovalle potrete tornare a casa arricchiti dai profumi e dai panorami legati alla produzione dei pregiati vini di Valtellina.

 

Photo credit: lucamascaro via Foter.com / CC BY-SA

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here